INFORMAZIONI UTILI PER LE SOCIETA'

01-07-2017

Limiti di età ed altezza rete per i campionati di Categoria;

Utilizzo nei campionati Provinciali del Libero e del secondo Libero;

Sistema di punteggio e classifica;

Set supplementare di Spareggio;

Terza gara di Spareggio;

Partecipazione a campionati "Under" con più squadre - Elenchi atleti

Giorni ed Orari di gioco;

Comunicazione del risultato ed invio del referto di gara;

Eventi Straordinari non prevedibili;

Correzione dei calendari Provvisori;

Spostamenti Gare oltre il termine del Campionato;

Ritiri delle Squadre dal Campionato;

Procedura da seguire prima di ogni gara;

Partecipazione Atleti giovani ai campionati di 1a o 2a divisione

Prestito per un campionato

Campo di gara

Idoneità medico sportiva

Palloni di gioco

Document. da esibire in caso di controlli sui campi della comm. Giudicante

Reclamo delle squadre: Forma e termini;

Organizzazione gare e tornei amichevoli;

Versamenti da effettuare sul c/c Postale del C.P. di Mantova

 

LIMITI DI ETÀ e ALTEZZA RETE
DEI CAMPIONATI DI CATEGORIA

 

SETTORE MASCHILE

CATEGORIA
LIMITI DI ETA'
ALTEZZA RETE
UNDER 18 MASCHILE Nati dal 2001 al 2007
2,35 mt*
UNDER 16 MASCHILE Nati dal 2003 al 2007
2,24 mt **
UNDER 14 MASCHILE Nati dal 2005 al 2008
2,15 mt
UNDER 13 MASCHILE
(6X6 E 3X3)
Nati dal 2006 al 2008
2,05 mt

 

*Altezza della rete per la fase Provinciale
Per Regionale e Nazionale altezza della rete diventa 2,43 mt

**Altezza della rete per la fase Provinciale
Per Regionale e Nazionale altezza della rete diventa 2,35 mt

SETTORE FEMMINILE

CATEGORIA
LIMITI DI ETA'
ALTEZZA RETE
UNDER 18 FEMMINILE Nate dal 2001 al 2007
2,24 mt
UNDER 16 FEMMINILE Nate dal 2003 al 2007
2,24 mt
UNDER 14 FEMMINILE Nate dal 2005 al 2008
2,15 mt
UNDER 13 FEMMINILE Nate dal 2006 al 2008
2,15 mt

ATTIVITA' PROMOZIONALE (solo provinciale)

CATEGORIA
LIMITI DI ETA'
ALTEZZA RETE
UNDER 13 MISTO Nati/e dal 2006 al 2005
2,15 mt
UNDER 12 FEMMINILE S3 Nati/e dal 2007 al 2009
2,00 mt
UNDER 12 MASCHILE S3 Nati/e dal 2007 al 2009
2,00 mt

 

Inizio Pagina

VERSAMENTO CONTRIBUTI ALLA FIPAV NAZIONALE

I contributi da pagare a qualsiasi titolo alla FIPAV Nazionale:

- Affiliazione
- Tesseramento Dirigenti
- Tesseramento Atleti
- Tesseramento Tecnici (Allenatori e Arbitri)
- Vincolo Societario per Allenatori

devono essere versati con l'utilizzo della carta di credito del circuito CARTA SI
(VISA e MASTERCARD)

 

 

VERSAMENTO CONTRIBUTI AL C.T. DI MANTOVA

I pagamenti al C.T. di Mantova per le varie attività:

- Iscrizione ai vari Campionati

- Tasse Gara

- Omologazioni Campo

- Spostamenti gare

- Ammende

 

vanno versati ESCLUSIVAMENTE con Bonifico Bancario intestato a FIPAV C.T. Di Mantova: codice IBAN IT27 C076 0111 5000 0001 3698 469.

ATTENZIONE: Non sono più ammessi versamenti con bollettino Postale.

 

 

UTILIZZO DEL LIBERO


E' confermata l'applicazione della regola del "LIBERO" in tutti i campionati di qualsiasi serie e categoria (tranne nei Campionati Under 13 M/F, Under 14 M/F).

 

UTILIZZO DEL SECONDO LIBERO

Sono stati stabiliti i limiti di età per l’utilizzo del secondo libero nei campionati Provinciali:
- Campionati di Categoria : Secondo il limite di età del Campionato
- 1° Divisione Maschile:
Nessun Limite di età
- 1°/2° Divisione Femminile: Nessun Limite di età
Pertanto nei campionati ove previsto, ogni squadra potrà iscrivere a referto: 12 atleti/e senza alcun Libero oppure 11 atleti/e e un Libero oppure 11 atleti/e e due Libero di cui uno/a secondo i limiti di età su riportati.

inizio Pagina Inizio Pagina

SISTEMA DI PUNTEGGIO DI CLASSIFICA

 

La classifica, in base agli artt. 39 e 40 del Regolamento Gare, viene stilata come di seguito riportato:

3 punti alla vittoria per 3-0 e 3-1
2 punti alla vittoria per 3-2
1 punto alla sconfitta per 2-3
0 punti alla sconfitta per 1-3 e 0-3
3 punti di penalizzazione in caso di rinuncia

 

In caso che due o più squadre risultino a pari punti, la graduatoria viene stabilita, in ordine prioritario (Reg. Gare art. 40):

1 - in base al maggior numero di gare vinte;
2 - in base al miglior quoziente set;
3 - in base al miglior quoziente punti;
4 - risultato degli incontri diretti tra le squadre a pari punti.

 

NOTA:

Nel caso di gare di campionati di categoria che si disputano con la formula dei 2 sets vinti su 3 la classifica, con il nuovo sistema, si applica nel seguente modo:

3 punti alla vittoria per 2-0
2 punti alla vittoria per 2-1
1 punto alla sconfitta per 1-2
0 punti alla sconfitta per 0-2
3 punti di penalizzazione in caso di rinuncia

 

Classifica avulsa (art.41 del Regolamento Gare)

Tranne disposizioni diverse previste dalle circolari di indizione dei Campionati di serie e categoria Regionale e Provinciale, nel caso di gironi con numero di squadre diverso, per stabilire le migliori posizioni in classifica fra squadre di gironi diversi, si procede considerando il miglior quoziente ottenuto dividendo i punti conquistati in classifica per il numero delle gare disputate e successivamente con gli altri criteri previsti dal Regolamento.

 


Inizio Pagina

PASSAGGIO DEL TURNO
SET SUPPLEMENTARE DI SPAREGGIO

 

Per tutte le manifestazioni che prevedono turni con gare di andata e ritorno senza spareggio, tranne specifiche regolamentazioni, il passaggio del turno nel caso di una vittoria per parte e con lo stesso numero di set, avverrà con la disputa di un set supplementare di spareggio con le seguenti modalità:

- nel caso di una vittoria per parte e i due risultati sono identici come numero di set si disputerà, sempre sul campo della gara di ritorno, un set al tie-break supplementare di spareggio.

Questo set supplementare di disputerà con le stesse modalità del 5° set di una gara.

L'intervallo fra il termine dell'incontro e la disputa del set supplementare sarà di 5 minuti; il set supplementare verrà registrato su un nuovo referto di gara utilizzando lo spazio riservato al 5° set, specificando nel rapporto di gara l'evento.

Nelle gare di ritorno dei vari turni, le società ospitanti dovranno presentare agli arbitri la copia del referto della gara di andata, prima dell'inizio dell'incontro.

Se per un qualsiasi motivo il set supplementare non dovesse essere disputato, laddove previsto dalle indizioni, il Giudice Sportivo dovrà omologare il risultato della gara di ritorno e disporre la disputa del set supplementare sullo stesso campo della gara di ritorno.
Le due squadre dovranno presentare lo stesso CAMP3 presentato alla gara di ritorno e potranno soltanto cancellare alcuni atleti ma non potranno aggiungerne altri.
Ovviamente restano valide tutte le sanzioni disciplinari comminate dagli arbitri nella partita di ritorn
o.

Inizio Pagina

PASSAGGIO DEL TURNO
TERZA GARA DI SPAREGGI
O

 

Per tutte le manifestazioni che prevedono turni con gare di andata e ritorno con terza gara di spareggio, tranne specifiche regolamentazioni, il passaggio del turno nel caso di una vittoria per parte avverrà con la disputa della terza gara con le seguenti modalità:

- nel caso di una vittoria per parte, indipendentemente dal numero di set vinti, si disputerà una terza gara di spareggio per determinare il passaggio tel turno.

Questa gara si disputerà sul campo della squadra meglio classificata nel girone, nel caso si tratti di play off o spareggi tra squadre che hanno militato nello stesso girone eliminatorio, o nei vari gironi eliminatori della stessa categoria.

Nel caso si tratti di gara tra squadre che hanno raggiunto la stessa posizione in classifica in gironi diversi, il campo in cui si svolgerà la terza gara di spareggio verrà sorteggiato.

Inizio Pagina

PARTECIPAZIONE AI CAMPIONATI UNDER
CON PIU’ SQUADRE


Una Società, potrà partecipare ai campionati e tornei under 12 - 13 - 14 - 16 - 18 con più squadre. Ove possibile, le squadre della stessa Società, saranno inserite in gironi eliminatori diversi.
In tal caso, all’atto dell’iscrizione al campionato, dovranno essere presentati gli elenchi degli atleti distinti per ogni squadra.
Si ricorda che se il numero delle squadre iscritte ai singoli campionati UNDER 14 – 16 – 18 Maschile non dovesse raggiungere le 5 unità, e UNDER 14 - 16 - 18 Femminile non dovesse raggiungere le 8 Unità,
le richiedenti, dovranno partecipare ad un Campionato Interprovinciale.
In caso di rifiuto alla partecipazione, alle Società sarà garantita la fase Provinciale. la Provincia di Mantova sarà esclusa dalla fase Regionale e seguenti.

 

ELENCHI ATLETI (in caso di partecipazione con più squadre nei campionati Under): Ogni società deve presentare al momento dell'iscrizione al campionato, gli elenchi dei giocatori di ciascuna squadra. Gli atleti restano vincolati per tale squadra per tutta la durata della fase provinciale (finale compresa) e quindi di conseguenza le varie squadre di una stessa società, se qualificate, possono disputare i vari turni della fase provinciale.
Gli elenchi non possono quindi subire variazioni, anche in caso di ritiro dal campionato di una delle squadre, ad eccezione dell'inserimento di atleti di primo tesseramento e/o trasferiti da altra società nei modi e termini previsti;


Inizio Pagina

GIORNI ED ORARI DI GIOCO

CAMPIONATO
GIORNI
ORARI
(inizio gare)
Under 11 - 12 -13 - 14 - 15 - 16 M/F Dal Lunedì al Venerdì 18:00 20:00
Sabato 16:00 20:00
Domenica Mattina 9:30 11:00
Domenica Pomeriggio 15:00 18:00
     
1ª Divisione Femminile Dal Lunedì al Venerdì 20:00 21:15
Sabato Pomeriggio* 16:00 21:00
Domenica Pomeriggio 15:00 19:00
   
2ª/3ª Divisione Femminile e 18 F e M Dal Lunedì al Venerdì 20:00 21:15
Sabato 16:00 21:00
Domenica Mattina 9:30 11:00
Domenica Pomeriggio 15:00 19:00
   
1ª Divisione Maschile Dal Lunedì al Venerdì 20:00 21:15
Sabato 16:00 21:00
Domenica Mattina 9:30 11:00
Domenica Pomeriggio 15:00 19:00
   

 

Nei giorni feriali, le gare arbitrate da Arbitri designati dalla Federazione potranno iniziare tra le ore 20,00 e max 21,15. Le Società dovranno rispettare obbligatoriamente questa norma.

Nei giorni lavorativi l'Arbitro Federale sarà sempre garantito nelle gare che avranno inizio dalle ore 20.00. Gli accordi tra le Società per anticipare o posticipare l’inizio di una gara, rispetto gli orari di cui sopra, dovranno essere preventivamente autorizzati dalla Commissione Provinciale Gare, che dovrà omologare o respingere le richieste di variazione.


Inizio Pagina

COMUNICAZIONE RISULTATO
E INVIO REFERTO DI GARA

 

Apri pagina collegata

Inizio Pagina

EVENTI STRAORDINARI NON PREVEDIBILI


Procedura di comportamento in caso di impreviste e improvvise nevicate tali da compromettere la sicurezza degli Atleti/e, e che impediscono il regolare transito dei veicoli sulle strade:


Nel caso di cui sopra la Società che deve recarsi fuori casa, non volendo rischiare, dovrà avvisare la Società ospitante che intende attivare la procedura straordinaria di rinvio della gara.

Se trattasi di gare dei Campionati Under 12, 13, 14, 15, 16 o 17 dove non è previsto l’Arbitro inviato dalla Federazione, si dovrà comunicare alla Commissione Provinciale Gare, preferibilmente per iscritto, a mezzo fax o via E-MAIL, oppure registrando un messaggio sulla segreteria telefonica del C.P., il rinvio della gara dichiarando di aver avuto anche il consenso della Società avversaria e specificando in modo chiaro il nome del dirigente con il quale si è concordato il rinvio.


Se possibile, la squadra che gioca in casa, comunica la data del Recupero.


Per gli altri campionati, dove viene designato un Arbitro Federale, la società che deve recarsi fuori casa, oltre a quanto sopra descritto, dovrà contattare, a mezzo telefono, un membro della Commissione Provinciale Gare, al quale comunicherà tutto quanto ha già fatto chiedendo di sospendere la gara.

In questi casi, non sarà pagata alcuna tassa di spostamento gara.


Telefoni utili:

  • 333/7200728 (Girola)
  • 339/2150554 (Tassini)


Inizio Pagina

Inizio Pagina

SPOSTAMENTO GARE OLTRE IL TERMINE DEL CAMPIONATO

Si fa presente che, nei campionati per i quali sono previste fasi successive, non sono ammesse richieste di variazioni di data che vanno oltre la data finale del campionato medesimo.

Ciò premesso, le classifiche dei campionati, nei casi di specie (prime fasi regionali, seconde fasi dei campionati provinciali), vengono rilevate e comunicate agli organi compententi alla scadenza imposta dalla Commissione Provinciale Gare all'inizio del singolo campionato.

Se una Società, per esigenze diverse, sposta una gara oltre il limite di scadenza del campionato, la gara stessa non sarà considerata valida ai fini della classifica.

Inizio Pagina

Ritiri dalle Squadre dal Campionato

Se una squadra iscritta ad un Campionato viene ritirata dalla Società, qualunque sia la motivazione, si applicano, oltre a quelle previste dal Regolamento Giurisdizionale, le seguenti sanzioni:

- Ritiro dal Campionato con calendario Provvisorio, Ammenda di €. 150 (centocinquanta);
- Ritiro dal Campionato con calendario Definitivo, Ammenda di €. 150 (centocinquanta ) + Pagamento delle tasse gara complete.

N.B. Le Società che in calendario si trovano una squadra ritirata dal Campionato, osserveranno un turno di riposo per quella giornata.


La differenza del contributo gara, previsto all’origine, potrà essere richiesta dalle società interessate, non oltre i 15 giorni dalla ufficializzazione del nuovo girone.

Inizio Pagina

PROCEDURA DA SEGUIRE PRIMA DI OGNI GARA

 

QUANDO SI GIOCA IN CASA

  • Aprire la palestra almeno un ora prima della Gara;
  • Ricevere gli Arbitri e la Squadra avversaria, ed accompagnarli nello spogliatoio previsto, munito di chiave per la chiusura della porta;

 

DOCUMENTAZIONE DA CONSEGNARE AGLI ARBITRI:

  • Omologazione del campo, vidimata dal C.P. per la stagione in corso;
  • Documenti di identità validi per Atleti, Dirigenti, Allenatore, eventuale Vice Allenatore e massaggiatore in panchina. Il documento di identità può essere sostituito dal modello di autocertificazione munito di foto. I modelli di autocertificazione Senior (per atleti di età maggiore ai 15 anni) devono essere vidimati dal Comitato Provinciale. I modelli di autocertificazione possono essere scaricati in questa pagina;
  • CAMP3, con indicazione del segnapunti abilitato.
  • CAMPRISOC con indicazione dell'addetto abilitato all'uso del defibrillatore.

N.B. SUL CAMP3 NON POSSONO ESSERE FATTE AGGIUNTE O MODIFICHE SCRITTE A MANO.

 

QUANDO SI GIOCA IN TRASFERTA

DOCUMENTAZIONE DA CONSEGNARE AGLI ARBITRI:

  • Documenti di identità validi per Atleti, Dirigenti, Allenatore, eventuale Vice Allenatore e massaggiatore in panchina. Il documento di identità può essere sostituito dal modello di autocertificazione munito di foto. I modelli di autocertificazione Senior (per atleti di età maggiore ai 15 anni) devono essere vidimati dal Comitato Provinciale. I modelli di autocertificazione possono essere scaricati in questa pagina;
  • CAMP3.

N.B. SUL CAMP3 NON POSSONO ESSERE FATTE AGGIUNTE O MODIFICHE SCRITTE A MANO.

Inizio Pagina

PARTECIPAZIONE DI ATLETI GIOVANI AI CAMPIONATI

 

Il limite di gare previsto fino a questa stagione viene così modificato:

    • Gli atleti U20 Maschi, possono disputare fino ad un massimo di 10 gare in un campionato di serie superiore, senza pregiudicare la partecipazione ad un campionato di serie inferiore.
    • Le atlete U18 Femmine, possono disputare fino ad un massimo di 10 gare in un campionato di serie superiore, senza pregiudicare la partecipazione ad un campionato di serie inferiore.
    • In ogni caso ciascun atleta NON POTRA’ partecipare a più di due Campionati di serie e/o divisione nel corso della medesima stagione sportiva.

    NB: La limitazione delle 10 gare è riferita solo ai Campionati di Serie C, D, 1°/2° Divisione M/F. Non esiste nessun limite di partecipazione riferito ai Campionati di Categoria (U18/U16/U14/U13).

    Inizio Pagina;

    PRESTITO PER UN CAMPIONATO

    Per decisione della Consulta dei Presidenti Provinciali la possibilità di concedere il prestito per un campionato è estesa anche ai campionati regionali e/o provinciali.

     

    Inizio Pagina;

    ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

    DOCUMENTAZIONE DA ESIBIRE IN CASO DI CONTROLLO SUI CAMPI DA PARTE DELLA COMMISSIONE GIUDICANTE

     

    A cura della Commissione Giudicante saranno operati controlli sui campi di gioco.

    In particolare verrà verificato:

    • il protocollo da osservare prima della gara relativo ai partecipanti alla gara da giocare;
    • la documentazione prevista (tasse versate, omologazione campo, regolarità Camp3; CAMPRISOC ecc.);
    • autorizzazione del Miniarbitro ad arbitrare le gare e suo comportamento durante la gara.

    Inizio Pagina;

    CAMPO DI GARA

    Art. 14 del Regolamento Gare

    Le società hanno l’obbligo di disputare le gare in un campo nell’ambito del proprio Comitato Territoriale FIPAV o, per comprovata carenza di impianti, in comuni limitrofi di altro Comitato Territoriale previa autorizzazione dell’organismo competente all’organizzazione del Campionato interessato. 

    Invece nel caso di società che vogliano disputare le gare di un determinato Campionato in un comune di un Comitato Territoriale contiguo a quello di appartenenza non per carenza di impianti ma per loro scelta, dovranno allegare alla relativa richiesta il parere dell’organo competente all’organizzazione del Campionato interessato, dei due Comitati Territoriali interessati e del proprio Comitato Regionale o dei due Comitati Regionali interessati nel caso il Comitato Territoriale contiguo appartenga ad altra Regione.

    Nel caso di parere negativo anche di uno solo dei soggetti suddetti, la decisione finale spetta al Consiglio Federale.

    Inizio Pagina;

    IDONEITA’ MEDICO – SPORTIVA

    Ai sensi della legge nazionale e dalle relative leggi regionali (ove esistenti) tutti gli atleti tesserati e partecipanti ai Campionati di serie e/o di categoria (con la sola eccezione per gli atleti che partecipano al solo campionato U12), devono essere in possesso del certificato medico di idoneità agonistica, rilasciato dalle competenti strutture autorizzate.

    Gli atleti/e nati/e negli anni 2006-2007-2008 che partecipano al Campionato Under 13 hanno l’obbligo di sottoporsi alla visita medica agonistica.

    Per gli atleti che partecipano alla attività di minivolley e al solo campionato U12, è sufficiente il certificato di stato di buona salute rilasciato dal medico di base dell’atleta o da uno specialista in Medicina dello Sport.

    Il certificato deve essere depositato presso la società dove l’atleta svolge la propria attività, a disposizione per ogni necessità.

    ATTENZIONE: La data del certificato deve essere riportata, OBBLIGATORIAMENTE, in sede di rinnovo/1° tesseramento degli atleti.

    In assenza di un certificato medico in corso di validità non sarà possibile tesserare un atleta.

    Si informa infine che, in caso di scadenza del certificato medico nel corso della stagione sportiva, nel CAMP3 non sarà possibile inserire l’atleta con il certificato di visita medica scaduto.

    Si invitano pertanto le Società a programmare per tempo le visite mediche degli atleti.

     

    Inizio Pagina;

    PALLONI DI GARA


    Tutti gli incontri Ufficiali di serie 1°-2° divisione e di categoria, si devono disputare esclusivamente con palloni colorati della marca MOLTEN E MIKASA, e più precisamente con i seguenti modelli:

    MIKASA: MVA200 - MVA300;

    MOLTEN: V5M5000;

     

    Inizio Pagina;

    RECLAMO DELLE SQUADRE
    FORMA E TERMINI

    1. Avverso l’omologa di una gara può essere proposto reclamo, in via preventiva, da parte di una delle squadre e sempre che sussista un concreto interesse, secondo la procedura di cui ai commi successivi.
    2. I reclami, a pena d’inammissibilità, debbono essere preannunciati dal capitano della squadra al primo arbitro, verbalmente, al momento del verificarsi del fatto che dà luogo alla contestazione. Il primo arbitro è tenuto ad annotare immediatamente il preannuncio nel referto ed il capitano della squadra ha diritto di accertare l’avvenuta annotazione. In difetto di questa annotazione il reclamo è inammissibile.
    3. Sempre a pena d’inammissibilità, entro quindici minuti dalla fine della gara, il preannuncio di reclamo deve essere confermato per iscritto dal capitano o da un dirigente del sodalizio al primo arbitro.
    4. Il reclamo è inammissibile se la squadra non abbia portato a termine la partita per ritiro dal terreno di gioco.
    5. Il reclamo si propone, a pena d’inammissibilità, entro le ventiquattro ore del giorno feriale immediatamente successivo, a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, in duplice esemplare di cui uno al competente Giudice Unico e l’altro all’associato avversario.
    6. La copia inviata al Giudice Unico deve avere allegate, a pena d’inammissibilità, la ricevuta del pagamento della tassa prescritta e l’attestazione dell’invio all’associato controinteressato.

    Motivi del reclamo


    1. Con il reclamo possono essere fatti valere tutti i motivi che secondo i Regolamenti della FIPAV o le Regole di Gioco impediscono l’omologa della gara con il risultato verificatosi nel campo.
    2. Non possono essere fatti valere presunti errori tecnici degli arbitri.

    Decisione sul procedimento d’omologa

    1. Il Giudice Unico, al termine del procedimento, può pronunciare uno dei seguenti provvedimenti:
    a) omologa della gara con il risultato conseguito sul campo anche per effetto dell’inammissibilità del reclamo;
    b) annullamento della gara; in questo caso nel provvedimento deve essere stabilita la data per la ripetizione della gara con le modalità del caso;
    c) modifica o inversione del risultato conseguito sul campo;
    d) attribuzione della vittoria ad una delle squadre per effetto di fatti estranei allo svolgimento della gara;
    e) redazione ed approvazione delle classifiche ufficiali.

    Decisioni: motivazioni

    1. Le decisioni in tema di omologa debbono essere motivate nel solo caso in cui sia stato presentato reclamo o vi sia stato annullamento o modifica del risultato acquisito sul campo.

     

    Inizio Pagina;

    ORGANIZZAZIONE GARE E TORNEI AMICHEVOLI


    Tornei e gare amichevoli; avvertenze generali; competenza autorizzazione.


    1. Tutti i campionati e tornei federali hanno la precedenza sui tornei e gare amichevoli. Pertanto, ogni autorizzazione si intende concessa con implicita salvezza degli impegni societari nei campionati e tornei federali. I limiti di competenza delle Commissioni Esecutive in campo e degli organi giurisdizionali provinciali, regionali e nazionali, per i provvedimenti disciplinari, sono quelli previsti dai regolamenti federali. Tutte le manifestazioni di pallavolo devono essere preventivamente autorizzate dalla FIPAV.
    2. Ai tornei e alle gare amichevoli possono partecipare soltanto le squadre degli associati regolarmente affiliati alla FIPAV.
    3. La competenza a rilasciare l’autorizzazione appartiene:

    a) al Consiglio Federale per le gare amichevoli ed i tornei internazionali tra rappresentative nazionali e per qualsiasi attività da svolgersi all’estero;
    b) all’Ufficio Campionati Nazionali per le gare amichevoli ed i tornei tra squadre dei campionati nazionali di secondo livello anche della stessa regione e/o provincia, sentito il parere delle rispettive Leghe Nazionali;
    stessa competenza anche nel caso di partecipazione di squadre di federazione straniera;
    c) all’Ufficio Campionati Nazionali per le gare amichevoli ed i tornei tra squadre, escluse quelle dei campionati nazionali di secondo livello, appartenenti a regioni diverse; stessa competenza anche nel caso di partecipazione di squadre di federazione straniera;
    d) alla Commissione Organizzativa Gare Regionali per le gare amichevoli ed i tornei tra squadre, escluse quelle dei campionati nazionali di secondo livello, appartenenti alla stessa regione ma di province diverse;
    e) alla Commissione Organizzativa Gare Provinciali per le gare amichevoli ed i tornei tra squadre, escluse quelle dei campionati nazionali di secondo livello, appartenenti alla stessa provincia.

    4. La domanda di autorizzazione dovrà contenere:

    1) regolamento del torneo, indicazione degli eventuali impegni finanziari assunti e modalità di adempimento;
    2) date di effettuazione, con l’indicazione degli eventuali orari e dei campi di gare;
    3) richiesta di assistenza tecnico-arbitrale;
    4) composizione della Commissione Esecutiva in campo i cui membri devono essere tesserati FIPAV.

    5. Ai fini della concessione dell’autorizzazione l’organo competente deve valutare l’inesistenza di ogni circostanza che valga a screditare la disciplina sportiva della pallavolo e la FIPAV.
    6. Ai tornei ed alle gare amichevoli si applicano, in quanto compatibili, le norme della successiva Sezione terza.
    7. L’organizzazione di un torneo non autorizzato e la partecipazione allo stesso o ad una gara non autorizzata costituiscono infrazione disciplinare punibile con la sospensione degli organizzatori, dei dirigenti degli associati, degli allenatori, degli atleti e degli arbitri nonché con la multa nei confronti degli associati che vi hanno aderito.


    ORGANIZZAZIONE AMICHEVOLI E TORNEI INTERNAZIONALI


    Condizioni per l’autorizzazione
    1. La domanda di autorizzazione dovrà contenere, pena la non autorizzazione della gara amichevole o del torneo:

    1) l'indicazione dell’associato, o del soggetto responsabile;
    2) la dichiarazione di assunzione di tutti gli oneri finanziari connessi all'organizzazione della gara o del torneo;
    3) l’indicazione delle squadre partecipanti e del relativo livello;
    4) il regolamento del torneo, l'indicazione degli eventuali impegni finanziari assunti e le modalità di adempimento;
    5) le date di effettuazione, con l'indicazione degli orari e dei campi di gara;
    6) la richiesta di assistenza tecnico-arbitrale;
    7) la composizione della Commissione Esecutiva in campo i cui membri devono essere tesserati FIPAV;
    8) la copia del versamento della eventuale tassa che annualmente il Consiglio Federale potrà determinare.


    Termine per la presentazione della domanda di autorizzazione.


    1. La richiesta di autorizzazione all'organizzazione di una gara amichevole o di un torneo a carattere internazionale deve essere presentata al Consiglio Federale un mese prima della data di svolgimento della manifestazione.
    2. La richiesta di autorizzazione per tutte le altre gare e tornei amichevoli deve essere presentata agli organi indicati dal precedente articolo 3, comma 3, lettere b), c), d), e) con un sufficiente anticipo sulla data di svolgimento della manifestazione.

    Designazione degli arbitri


    1. La designazione degli arbitri per i tornei e gare amichevoli di cui al precedente articolo 3, comma 3, lettere a), b) è demandata alla Commissione Arbitri Nazionale; per quelli di cui alle lettere c), d) è demandata alle Commissioni Designanti Gare Regionali; per quelli di cui alla lettera e) è demandata alle Commissioni Designanti Gare Provinciali.

    Onere delle spese


    1. Le spese per l'organizzazione del torneo, per gli arbitri, segnapunti e componenti della Commissione Esecutiva in campo sono a totale carico dell’associato organizzatore o del Comitato responsabile all'uopo costituito ovvero delle persone o degli associati indicati nel Regolamento del torneo. E' comunque esclusa ogni responsabilità finanziaria da parte della FIPAV.

    Inizio Pagina;

    VERSAMENTI DA EFFETTUARE SUL C/C DEL C.P. DI MANTOVA


    Si informa che tutti i versamenti da effettuare sul Comitato Provinciale di Mantova possono essere effettuati nei seguenti modi:

    - Bonifico Bancario intestato a FIPAV - C.P. Di Mantova:
    IBAN IT27 C076 0111 5000 0001 3698 469
    Codice BIC/SWIFT BPPIITRRXXX
    C 07601 11500 000013698469

     

    DEFRIBILLATORE

    Si ricorda che in base al Decreto 24 aprile 2013 del Ministero della Salute, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 169 del 20 luglio 2013, dal 1° gennaio 2016 tutti gli impianti sportivi dove si svolge qualsiasi tipo di attività sportiva (agonistica, allenamento, promozionale, amatoriale, ecc.) dovranno essere dotati della presenza di un defibrillatore e del relativo addetto al suo utilizzo. Fermo restando l’obbligo di Legge che prevede che tutte le società debbano avere a disposizione negli impianti un defibrillatore e il relativo addetto al suo utilizzo, di seguito si riportano tutti gli obblighi deliberati dal Consiglio Federale della FIPAV relative al Servizio di Primo Soccorso a cui tutte le società ospitanti dei campionati di Serie Nazionale 2016/2017 dovranno attenersi con le relative sanzioni sportive:

    In tal senso il CF ha stabilito che: dalla stagione 2017/2018 nei Campionati di Serie Provinciale e in tutti i Campionati di Categoria sarà obbligatorio avere a disposizione nell’impianto di gioco durante lo svolgimento delle gare, un defibrillatore semiautomatico e una persona abilitata al suo utilizzo. In caso di assenza la gara non potrà essere disputata e la squadra ospitante in sede di omologa sarà sanzionata dal Giudice Sportivo con la perdita dell’incontro con il punteggio più sfavorevole. Ovviamente il fatto che l’obbligo sportivo per i campionati di serie provinciale e di categoria decorrerà dalla stagione 2017/2018 non esonera le società dall’obbligo di legge e quindi anche per le gare di questi campionati la presenza del defibrillatore e dell’addetto al suo utilizzo è comunque obbligatorio sin dalla stagione 2016/2017. Si rammenta che la presente normativa che disciplina i servizi di primo soccorso è finalizzata alla tutela della salute fisica degli atleti, tesserati in campo e spettatori. La eventuale indisponibilità del defibrillatore, il suo malfunzionamento e/o la presenza di alcuni componenti scaduti, la mancanza dell’operatore, del medico di servizio o il loro allontanamento anche momentaneo o comunque altre violazioni contrastando con i principi ispiratori della detta normativa, attribuiranno alle società ospitanti oltre alle previste sanzioni sportive, ogni responsabilità penale e civile per quanto di ragione, in caso di incidente con conseguenze sulla incolumità fisica delle persone coinvolte. Ogni società ospitante, assumendosi la piena ed esclusiva responsabilità per ogni evento lesivo malleverà espressamente la Federazione Italiana Pallavolo e pertanto nessun addebito diretto o indiretto potrà essere attribuito a quest’ultima.

     

     

    Abbinamenti a Sponsor

    Al fine di eseguire una corretta procedura per gli abbinamenti Società-Sponsor, vi chiediamo, di farci pervenire le, eventuali, richieste su carta intestata della Società proponendoci come si vorrebbe la denominazione della Squadra sui vari comunicati.

    La precisazione di quanto sopra avviene a seguito di suggerimento dell’Agenzia delle Entrate.

     

     

    Pagina Iniziale